Home Menù Dove siamo Galleria

Chi conosce la tigella a Pistoia?

Forse non sono pochi quelli che in questa terra di confine tra due culture gastronomiche importanti e vicine come quelle toscana ed emiliana, ma non molti di certo, riescono a trovare le tigelle a Pistoia, a meno di fare un salto a “La Botte” di Arcigliano, dove c'è modo di gustarle ritrovando sapori speciali ancora non 'globalizzati'.

Accanto alla chiesa del borgo troviamo infatti il locale gestito da Samuele Barbieri, insieme intimo e panoramico con la terrazza affacciata su Pistoia, e nella cui cucina si incrociano appunto i gusti di Emilia e Toscana. Perché la sua è proprio una storia a cavallo di due territori le cui valli si compenetrano attraverso lo spartiacque dell'Appennino:

“Sono nato a Pavana, sulla montagna pistoiese, dove ho imparato ad apprezzare il cibo genuino, come la pasta fatta in casa, le tigelle e le paste fritte. Mi ricordo ancora mia nonna dire: 'Non c’è più pasta, faccio due uova di sfoglia' oppure 'Non c’è pane, impasto qualche tigella'. Noi non abitavamo al centro del paese, vicino al negozio, e quella era la soluzione più semplice! Si imparava l'arte di fare con quel che c'era a disposizione come un fatto naturale, e creare un momento di festa calorosa per noi bambini con un po' di pasta fritta era quasi un gioco da improvvisare in tutte le case.

Dopo un'infanzia immersa in questa cultura del cibo, e dopo essere stato titolare di un forno per il pane nella montagna pistoiese e aver collaborato come cuoco e pizzaiolo negli anni ’90 presso un ristorante macrobiotico di Pesaro, mi sono chiesto: perché non diffondere e valorizzare questi prodotti?

In tempi antichi per tigella si intendeva un disco di argilla, pietra refrattaria e acqua, tutto impastato e quindi cotto, sul quale venivano messe a cuocere delle palline di pasta fatte con farina, acqua, lievito e strutto. Allora si mangiavano così, anche senza niente. Adesso vengono farcite in tantissimi modi. Ho scelto di farle senza strutto per accontentare anche i vegetariani e risultano leggere e più buone che mai”.

Le radici di Samuele, così come il luogo dove ha scelto di vivere ora, appartengono ad una cultura che ha fatto del cibo genuino un tratto distintivo di ospitalità, accoglienza e identità che partono da  conoscenza e rispetto delle tradizioni ma anche da voglia di esplorare, sperimentare, contaminare i gusti. Così a tigelle e paste fritte si uniscono dei primi piatti di pasta fatta in casa, salumi, formaggi, composte di verdure, dolci casalinghi. Samuele ha saputo creare un giusto mix fra la genuinità dell'agriturismo e la sobria eleganza del ristorante.

Vale davvero la pena di provare questi piatti coraggiosi nella loro semplicità, che sanno riproporre quel piacere dei sapori di una volta anche quando rivisti e aggiornati.



Home
Menù
Dove siamo
Galleria
Info
 Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi.
 
Agriturismo La Botte - Via di Arcigliano, 26 - 51100 Pistoia - tel. 342/712.51.05 - P.Iva: 01884330471 - email: info @ labottediarcigliano.it
Site Map